Ogni volta che ci sei

Scaricare pdf Gratis Ogni volta che ci sei



Si parla sempre dei folgoranti colpi di fulmine, dell’anima gemella e degli incontri fortunati che ti cambiano la vita. Va bene, ci sta, ma degli scontri? Perché nessuno ne parla mai? Beh, siccome sono una che va sempre controcorrente, lo faccio io, se non vi dispiace. Melissa Marchesi e Filippo Manfredini sono due ragazzi un tantino sulle righe. Lui è un bel burbero e benestante rugbista la cui carriera sportiva è finita improvvisamente a causa di un infortunio al ginocchio, lei invece, è una tosta, disinvolta e squattrinata giornalista. Il loro primo incontro in realtà è un vero e proprio scontro, Melissa con il suo rottame tampona la bella macchina del rugbista e da lì saranno scintille. L’ antipatia iniziale che provano l’uno per l’altra non li fermerà perché si sa, le apparenze non sono tutto nella vita, no?
Estratto:
(…) Ehi, sto parlando con te”, continua ad inveire, “che fai, oh! Cerchi di svignartela?”. Non conosco questo tipo ma già so che è un rozzo della peggior specie. Faccio un sospiro profondo e mi preparo a scendere ai suoi livelli. “Che modi! Quanta delicatezza!”, sbotto sarcastica.
“La stessa che hai usato tu, rovinando la mia ragazza!”, replica infervorato. Ragazza, quale ragazza? Non vedo nessuno… aaaah, ma si riferisce all’auto, e uno di quegli uomini che parla della propria macchina come se la trombasse… Ah, santa pazienza! “Senti, mi dispiace”, gli dico agitando una mano a mezz’aria in modo spiccio. “Stavo giusto andando a prendere una penna dal cruscotto e lasciarti un biglietto”, arranco una scusa mentendo spudoratamente. Caro il mio pinocchio, ti faccio un baffo.
Alle mie parole prorompe in una sguaiata risata sprezzante. “Certo come no! E gli asini volano, Michael Jackson è ancora vivo e io non sono incazzato nero!”. (…)

Ogni volta che ci sei | indiecorp | 4.5